martedì, 27 Febbraio 2024
HomeNapoliNapoli, parla il medico sociale: "Osimhen sta molto bene! Il giocatore può...

Napoli, parla il medico sociale: “Osimhen sta molto bene! Il giocatore può allenarsi con il gruppo”

Il medico sociale del Napoli, Raffaele Canonico, è intervenuto a Kiss Kiss Napoli nel corso della consueta trasmissione Radio Goal per fornire importanti aggiornamenti su Victor Osimhen:

- Advertisement -

Abbiamo effettuato la tac di controllo a Victor Osimhen con i professori Tartaro e Santagata. Da un punto di vista medico e biologico il ragazzo sta molto bene. Contenti dell’esito della tac. Dal punto di vista osseo ha recuperato bene”, le prime parole del medico.

Il giocatore può allenarsi con il gruppo, abbiamo modellato la maschera con una ricostruzione in 3D anche con indicazioni che ci ha dato Osimhen con dei punti di scarico che danno una sicurezza psicofisica all’atleta. Osimhen porterà questa maschera per almeno un mese e mezzo”.

In campo il 23 contro la Salernitana? “La prudenza è dettata dalle nostre, ma soprattutto dalle sue sensazioni. Quando lui ci segnalerà la sua predisposizione al contatto noi saremo pronti per dargli delle valutazioni mediche sul suo ritorno in campo. Lui è rimasto fuori 16-17 giorni per trauma cranico, ora parliamo di un ragazzo fermo dal 21 novembre. Vanno riadattatati una serie di schemi atletici”.

Poi il punto il punto sugli infortunati.

- Advertisement -

Insigne:Abbiamo fatto ieri un’ecografia ed oggi una risonanza, ha avuto un piccolo trauma distorsivo all’adduttore breve della gamba destra. In un paio di settimane dovrebbe recuperare. Lorenzo ha sempre risposto bene agli infortuni muscolari. La prognosi è questa. I tempi sono quelli sono quelli per un infortunio ad un muscolo abbastanza tranquillo. Siamo fiduciosi, ha già iniziato la riabilitazione e nei prossimi giorni lo rivaluteremo”.

Lozano: “Ieri ha fatto un tampone di controllo in Messico, speriamo si sia negativizzato ma dobbiamo attendere. Negli altri casi di positività è inutile fare tamponi ogni giorno. Abbiamo fatto a tutti la dose booster a quelli che potevano farla. Ho letto tante inesattezze in merito”.

- Advertisement -
ARTICOLI SIMILI

HOT NEWS